ITINERARI FOLK FESTIVAL - XXX EDIZIONE 3 luglio - 11 agosto 2017

FEMMINILE PLURALE

Trent'anni di concerti
Era il 1988 quando nasceva Itinerari folk, rassegna di musica acustica etnica e contemporanea, a cura dell'Assessorato cultura del Comune di Trento, in collaborazione con l'associazione Carolan's Welcome. Di lì a poco, nel 1990, l'organizzazione sarebbe passata al Centro Servizi Culturali S. Chiara che muoveva i suoi primi passi. In questi trent'anni pensiamo che la rassegna non sia invecchiata per niente. Ha saputo mostrarci quante cose possono nascondersi dietro un'etichetta come il “folk”, un po' fuori moda, ma che contiene valori irrinunciabili come la memoria, le tradizioni, le identità. Lo raccontava profeticamente Alan Lomax, etnomusicologo americano, quando diceva: “quando tutto il mondo sarà stanco della musica video elettronica distribuita in massa, i nostri discendenti ci disprezzeranno per aver buttato via la parte migliore della nostra cultura”. Portando a Trento tante immagini e suoni del mondo, Itinerari folk ha dato un onesto contributo per accreditare l'idea di una città, capoluogo di una provincia che vuole essere aperta ed europea. Di più, edizione dopo edizione, non è mai venuta meno a quella funzione di servizio pubblico, attraverso cui si è formato un pubblico attento alla qualità artistica e curioso di scoprire i percorsi di conoscenza che sono stati proposti. L'auspicio di questo compleanno è che - al di là delle forme organizzative che si vorranno scegliere – i valori e lo spirito di questa rassegna possano continuare e raccogliere attorno a sé quell'apprezzamento e quel sostegno necessario ad allargare ancora di più la sua platea di frequentatori.

Il tema di quest'anno
L'idea di dedicare questa edizione al mondo femminile nella musica di radice tradizionale ci è parsa fin dall'inizio suggestiva ma al contempo astratta se non confortata dall'evidenza di fatti e segnali concreti da rinvenire sulla scena internazionale di questo genere. Ad aiutarci a motivare questa scelta sono giunte due notizie, entrambe provenienti dalla Spagna, alla luce delle quali il tema si conferma valida intuizione per rappresentare un'evoluzione in atto. La prima notizia arriva con un CD: il nuovo lavoro di Ana Alcaide, dedicato alle leggende sul potere del femminile in svariate culture del mondo (Leyenda), la cui immagine di copertina, iconica e quasi mitologica, è stata di ispirazione per i materiali di presentazione della rassegna di quest'anno. La seconda notizia è contenuta nell'inchiesta di una rivista musicale catalana, legata al “Tradicionarius” un folk festival amico, potremmo dire gemello, in quanto nato anche lui nel 1988, con cui abbiamo più volte collaborato. Questo reportage ha messo in luce e selezionato 100 nuove voci femminili della scena musicale catalana. Fenomeno rappresentato in un CD dal titolo “Femeni i plural: nuove voci di donna” che ne documenta una ventina. Ecco spiegata l'origine di quel Femminile plurale che ci è sembrato la formula più azzeccata per descrivere la trentesima edizione di Itinerari folk, articolata su quindici diversi progetti artistici, presentati in dodici serate dal 3 luglio all'11 agosto. Un programma di concerti che ruotano attorno al tema femminile, al suo protagonismo, alle sue storie, alle peculiari sensibilità artistiche che le donne di oggi sanno esprimere in varie parti del mondo. Uno sguardo al palcoscenico della world music nostrana e internazionale che ci consente di mettere a fuoco temi, identità e visioni artistiche con al centro la donna, il suo impegno civile e nella cultura, la sua passione per la vita e i sentimenti che rendono l'umanità piena di bellezza e speranza. La voce ha un ruolo predominante e in questo senso anche la varietà sonora dei linguaggi dall'Africa alla Sardegna, dagli antichi idiomi gaelici alle lingue slave, dal Tibet al Canada francofono, dal Veneto al Piemonte. D'altra parte la lingua è madre, quindi femmina, e nel gioco del mondo il femminile è plurale, come le lingue e le musiche che rappresentano la nostra vita e il nostro anelito ad una comunità migliore.

Consulenza artistica e testi
Mauro Odorizzi

visualizza il PROGRAMMA


Web designed by Nicola Odorizzi
Pagina aggiornata al mese di giugno 2017