Cristina Pato 
La diva della cornamusa galiziana

Lunedì 11 agosto 2014 ore 21.00 - Trento 
Cortile interno Palazzo Thun

    

Spagna

Cristina Pato (1980) ha già tracciato nuove, storiche strade per la gaita, la cornamusa galiziana. Nel 1998 Cristina Pato è stata la prima suonatrice di gaita a pubblicare un album come solista e ha in seguito collaborato con artisti della world music, del jazz, classici e sperimentali di tutto il mondo tra cui la Chicago Symphony, Yo-Yo Ma, The Chieftains, Arturo O’Farril, World Symphony Orchestra e Paquito D'Rivera. Il suo stile unico e potente, pieno di passione ed energia è stato elogiato dal New York Times che l’ha descritto come “un’esplosione virtuosa di energia” e dalla BBC che l’ha definita “la diva della cornamusa galiziana”. Cristina Pato unisce influenze della musica latino americana, del jazz, del pop e della musica contemporanea e utilizza la sua maestria e le sue abilità virtuosistiche per presentare la sua personale visione musicale. Ha lavorato in studio di registrazione sin dall’età di 12 anni; ha pubblicato 4 album da solista, e ha collaborato a più di 30 album come artista ospite, tra cui Yo-Yo Ma and Friend, Songs of Joy and Peace (Sony 2008), vincitore del Grammy e Miles Español con Chick Corea e Jack DeJonnette. L’ultimo album Migrations (Sunnyside, Jan. 2013) presenta un’intrigante fusione di stili attingendo dalla musica delle sue radici, nella nativa Spagna del Nord, dal jazz, dalla world e dalla musica classica. Collabora stabilmente con Yo-Yo Ma nel "Silk Road Ensemble” e recentemente è stata ospite in Rai nella programma di Stefano Bollani.

Cristina Pato, gaita galiziana e pianoforte
Carlos Castro, percussioni
Roberto Comesaña, fisarmonica

torna indietro