Atse Tewodros Project
Canzoni partigiane nell’Etiopia occupata dagli Italiani

Mercoledì 30 luglio 2014 ore 21.00 - Trento 
Cortile interno Palazzo Thun

    

Etiopia - Italia

Il progetto prende il nome da uno dei più amati Imperatori della storia d'Etiopia, Atse Tewodros, il primo non appartenente alla stirpe imperiale, colui che modernizzo il paese rispettando le tradizioni e che combatté contro l'esercito della Regina Vittoria garantendo l'indipendenza nel secolo della colonizzazione. Anima di quest’avventura è Gabriella Ghermandi, scrittrice, narratrice e cantante italo-etiope, che ha voluto convintamente far incontrare musicisti etiopi e italiani. Un'occasione per riflettere sulla storia delle relazioni tra Italia ed Etiopia, troppo spesso dimenticata o proposta in versione edulcorata nel nostro paese. Nel concerto vengono proposti i canti dei partigiani etiopi che combattevano il regime fascista: un percorso di memoria pubblica oltre che personale, e un modo per parlare di percorsi umani e migranti, di identità plurali. Nel dicembre 2013 questo lavoro è diventato anche un disco composto da nove brani in cui i moduli e le scale pentatoniche della musica tradizionale etiope si mescolano agli strumenti europei suonati in chiave jazz.

Gabriella Ghermandi, voce
Yohanes Afework, flauti (washint)
Endris Hassan, violino monocorde (masingo)
Mesale Legese, batteria tradizionale (kebero) e percussioni
Fasika Hailu, lira etiope (kirar)
Michele Giuliani, pianoforte
Cesare Pastanella, batteria e percussioni
Marcello Piarulli, basso

in collaborazione con “Il Gioco degli Specchi”
con il sostegno di ”Ethiopian Airlines”

torna indietro