Trio Adriatica
Speranze perdute: concerto teatralmente a ballo

giovedì 8 luglio 2010 ore 21.30 - Trento, piazza Cesare Battisti

Italia

Il Trio Adriatica nasce nell’estate del 1999, proprio a Trento nell’ambito di questo festival, come progetto estemporaneo e sperimentale del gruppo Calicanto, lo storico ensemble padovano già protagonista nella prima edizione di Itinerari nel 1988. L’idea si è poi sviluppata ed ha portato, anche con la preziosa collaborazione scenica di Titino Carrara e Carlo Presotto, alla creazione di uno spettacolo suonato, recitato, cantato e danzato che trae il nome da un celebre valzer degli anni trenta, “Speranze perdute”. L’ambientazione immaginaria è quella de “La Trappola del Diavolo”, una vecchia balera, nel Veneto tra le due guerre, dove rivivono, non senza ironia, quelle atmosfere struggenti e giocose di balli antichi
come la polesana e il valsivien, accanto a polche, valzer e mazurche. Per Roberto Tombesi è un gioco da ragazzi attingere a quell’enorme archivio di ricerche che lui stesso ha contributo a costruire negli ultimi trent’anni con Guglielmo Pinna, Marina Della Valle e altri studiosi. Balli di coppia come la scotis e i saltini e danze collettive come la furlana, il bassanello, la giga, il menacò, la gajarda, la manfrina, la quadriglia, il Sette passi, vengono portati in scena dal Trio Adriatica insieme a dodici danzatori del gruppo “Festacontinua”, che con il coordinamento di Gianni Esposito e Flavia Ferretti sono artefici di un ottimo lavoro coreutico e capaci di coinvolgere anche il pubblico nel gioco teatrale.

Concerto teatralmente a ballo con la partecipazione del gruppo di danza popolare FESTACONTINUA

Francesco Ganassin | clarinetti
Roberto Tombesi | organetti
Giancarlo Tombesi | contrabbasso

torna indietro