Hulan ensemble
Arte, musica e spiritualità al femminile dalla Mongolia

mercoledì 8 luglio 2009 ore 21.30 - Trento, piazza Cesare Battisti

    

Mongolia

Hulan è una formazione composta da otto artiste, appartenenti al “Mongolian State Morin Khuur Ensemble” e al “Mongolian National Circus”, le massime espressioni della musica tradizionale e dell’arte circense in Mongolia.: quattro musiciste, una cantante, una ballerina e due contorsioniste. Uno spettacolo accattivante che si dipana armonicamente come un percorso di conoscenza della visione al femminile dell’arte, della cultura, della musica e della spiritualità della Mongolia. Le atmosfere che vengono create sul palcoscenico variano dalla dolcezza prodotta dalle grandi cetre, chiamate yatag, all’intensità evocativa creata dal morin khuur, il caratteristico violino delle steppe dell’Asia centrale. A questo si aggiungono i canti urtin duu, l’eleganza delle danze, i cromatismi degli abiti tradizionali e le performance mozzafiato delle contorsioniste. Le musiche della Mongolia hanno una grande compenetrazione con la natura in cui è immersa la vita di queste popolazioni, ma in concerto potranno essere ascoltate anche melodie originali composte appositamente per questo ensemble dal maestro N. Jantsannorov per accompagnare i numeri delle contorsioniste che si richiamano alle opere del venerato monaco artista Zanabazar. Il gruppo si è già esibito in prestigiosi festival internazionali e in Italia nel 2006 nell’ambito del tour “L’azzurro cielo degli incontri”, con artisti come Franco Battiato, Mauro Pagani, Teresa De Sio, Cristiano De Andrè, e sotto il patrocinio della Fondazione Fabrizio De Andrè.
 

torna indietro