Riccardo Tesi Quintet
Maestri dell'organetto

Giovedì 3 luglio 2008 ore 21.30 - Trento, Piazza Cesare Battisti

    

Italia

Per celebrare trent’anni di carriera, ritorna ad Itinerari folk Riccardo Tesi, un emblema
dell’organetto diatonico e autentico pioniere della musica etnica in Italia. Ci presenta il suo ultimo lavoro “Presente Remoto” (dicembre 2007 – edizioni Il Manifesto), una festa a cui hanno partecipato una trentina di musicisti, che già nel titolo propone una commistione tra il passato e il presente del musicista, portatore di uno stile ormai maturo e inconfondibile, ma da sempre basato su un approccio di ricerca e incessante sperimentazione. Come contraltare sempre nel 2007 è uscito anche un disco realizzato in completa solitudine per l’etichetta francese Cinq Planetes. Il repertorio del Presente Remoto tour è incentrato sulle nuove composizioni tratte dal disco e offre variegate suggestioni attraverso atmosfere che spaziano dalla world music italiana, al jazz, alla canzone d’autore fino a sonorità più classiche. L’esordio nel folk per Riccardo Tesi è stato al fianco di Caterina Bueno. Dalla Toscana alla Sardegna con “Ritmia” e successivamente con Elena Ledda. Importante l’incontro con Patrick Vaillant e Jan Mari Carlotti nell’indimenticabile disco “Anita Anita”. Poi le aperture al jazz con Gianluigi Trovesi, l’esperienza del trio d’organetti “Trans Europe Diatonique” (J.Kirkpatrick, M.Perrone, K.Junkera) e la collaborazione con il malgascio Justin Valì. Nella rivisitazione del liscio lo hanno affiancato Gabriele Mirabassi, Mauro Grossi e Piero Leveratto. Infine la grande canzone d’autore italiana con Ivano Fossati, Fabrizio de Andrè, Ornella Vanoni, Gianmaria Testa, Giorgio Gaber, Tosca. Tra le sue più recenti collaborazioni Francesco Magnelli e Ginevra Di Marco, Piero Pelù e il flautista portoghese Rao Kyao.

Riccardo tesi: organetti diatonici

torna indietro