Xarnege

Mercoledì 4 luglio - Trento, Giardino S. Chiara

    

Vasconia

Xarnege o sharnego è un termine guascone che indica la zona di confine tra il territorio basco e quello della guascogna, dove le due minoranze si incontrano e si mischiano e dove vengono usati indifferentemente i due diversi idiomi tradizionali. Questa dei contrabbandieri di cultura, che trafficano in lingue, danze e tradizioni è una intrigante riflessione sui confini e le minoranze. Il gruppo Xarnege ripropone con la musica l’incontro di questi due mondi culturali dei Pirenei occidentali. Nella formazione sono presenti tre fratelli della famiglia Baudoin, Joan, Mateu e Roman, accanto a due musicisti baschi Juan Ezeiza e Josean Martin Zarko. Tutti vantano già esperienze musicali nel panorama occitano e basco in gruppi di rilievo come “Verd e Blu”, “Familha Artus”, “Ganbara” e “Alboka”. La musica di Xarnege è ricca di sonorità antiche e caratterizzata dall’uso di strumenti particolari, molti dei quali costruiti proprio da Joan Baudoin, ricercatore e liutaio. Ma l’elemento più interessante è una sapiente introduzione di suoni elettronici ed elettroacustici per ricercare effetti magici e di straniamento. Il repertorio comprende branle, gavotte, jauzis, segidas, rondeau, polkas, mutchikoak, walzer con i quali si mettono in evidenza gli elementi comuni e le differenze tra le due culture di confine. La proposta ha riscosso un notevole successo nei festival in Francia, così come il CD “Musica de Contrabanda” che documenta questo originale progetto musicale.

Joan Baudoin boha, flauti, ghironda, tamborin e voce
Roman Baudoin
ghironda, flauti, caramera e voce
Mateu Baudoin
ghironda, flauti, tamborin, bendir e voce
Josean Martin
bouzouki, mandolino, chitarra e voce
Juan Ezeiza
violino e alboka

torna indietro