SIVAN PERWER

Giovedì 28 giugno - Trento, Giardino S. Chiara

    

Kurdistan

Sivan Perwer è nato il 23 dicembre 1955 a Sori, vicino a Viransehir, nei dintorni della città di Urfa che appartiene ai territori Kurdi amministrati dalla Turchia. Poeta, cantante e suonatore di tembur, è una delle voci più celebrate del Medio Oriente. Personalità carismaica, viene ammirato in patria sia dalle vecchie che dalle nuove generazioni, ed è riconosciuto in ogni parte del mondo come ambasciatore culturale del Kurdistan. Già negli anni settanta la sua fama di cantante lo porta ad esibirsi in concerti davanti a decine di migliaia di persone. E proprio a quell’epoca iniziano le difficoltà con le autorità turche che lo considerano un lemento socialmente indesiderato. La ragione principale è che Sivan canta in kurdo, un’identità ulturale che deve essere dimenticata. Dopo arresti e incarcerazioni Sivan è costretto ad andare in esilio in Svezia e da qui in Germania dove tuttora risiede. Per molti anni le sue canzoni sono state bandite in Iraq, Iran, Siria e Turchia a causa del suo impegno sociale, politico, culturale ed economico a favore del popolo kurdo. Le registrazioni della sua musica venivano diffuse clandestinamente perchè il loro possesso comportava il rischio di andare in carcere. Nel 1991 ha partecipato al “ Simple Truth “ Live aid concert, esibendosi a fianco di Peter Gabriel, Sting, Paul Simon, Tom Jones, Gipsy Kings e altri artisti internazionali. I proventi di questo evento erano destinati ad aiutare le popolazioni kurde irachene durante la guerrra del Golfo. Nella sua ormai più che trentennale carriera Sivan Perwer ha pubblicato più di 25 Albums, oltre a video-clips, documentari e libri. Nel 2004 ha costituito a Francoforte una Fondazione internazionale di cultura che prende il suo nome, un’istituzione filantropica dedita alla promozione della cultura nella società.

torna indietro