Anatol Stefanet Folk Band

Lunedì 9 luglio - Trento, piazza Cesare Battisti

    

Moldavia

Anatol Stefanet è uno dei musicisti più famosi e rappresentativi della Moldavia. Nel mondo dei Lautari, le tradizionali famiglie di suonatori zigani, si distingue per il fatto di utilizzare la viola, chiamata anche bratsch, anzichè il violino. La interpreta con una tecnica tanto virtuosistica e originale da meritarsi l’appellativo di “Jimi Hendrix of the viola”. E queste capacità gli hanno consentito di valicare l’ambito della musica tradizionale e di affermarsi in tutta Europa anche come musicista jazz con il gruppo “Trigon”, una formazione moldava da lui stesso fondata. Con il fratello Edgar appartiene ad una antica stirpe di suonatori popolari professionisti e, nonostante la contrarietà dei loro predecessori, i due fratelli Anatol e Edgar affrontarono molti anni di studio prima di avviare la loro carriera.
Già dal 1999 con il CD “Anatol Stefanet – Bratsch solo” pubblicato in Francia, la sua fama diventa internazionale, ottenendo vari riconoscimenti come il premio Shock di Le Monde de la Musique e il premio dell’Accademia francese delle arti. Nell’attuale sestetto con cui propone il repertorio di musiche della tradizione moldava i fratelli Stefanet sono affiancati da autentici fuoriclasse come Vali Boghean, ai fiati, Sandu Sura, vincitore nel 2006 di una competizione al festival “Mamaia -06” e considerato uno dei migliori suonatori di cymbalom dei balcani, Ivan Croitoru, al contrabbasso e Andrei Prohnitchi alla chitarra.
 

Anatolie Stefanet viola
Vali Boghean
tromba, kaval, ocarina e fiati
Edgar Stefanet
fisarmonica
Sandu Sura
cymbalom
Ivan Croitoru
contrabasso
Andrei Prohnitchi
chitarra

torna indietro