MONT-JÒIA

Venerdì 23 luglio - Giardino del Cento S. Chiara

Occitania (Francia - Italia)

Il gruppo provenzale "Mont-Jòia" rappresenta, insieme a "Perlinpinpin Folc" e "Bachas", la nascita della riproposta di musica occitana, e più in generale uno dei gruppi storici che hanno dato l’impulso al variegato movimento del folk revival in Francia e non solo. Nasce nel 1973 ed incide quattro dischi tra il 1976 e il 1981. La formazione storica era composta da: Jean-Mari Carlotti (voce, chitarra), Patrice Conte (voce, galoubet, tambourin, ton-ton, fiati), François Dupont (voce, violino, viella). Nel 1981 avviene la fusione con il gruppo nizzardo "Bachas" (Patrick Vaillant, Michel Bianco, Jacques Magnani). Nel 1983 Carlotti lascia i "Bachas-Mont-Jòia" per intraprendere un percorso solista e di collaborazione con Patrick Vaillant che lo porta ad incidere "Linhana" e poi a preparare il progetto "Anita Anita" che porterà nel 1988 all’uscita dell’ormai mitico disco realizzato dal quartetto Carlotti, Vaillant, Tesi, Craighead. Nel 2001 nasce la prima collaborazione di Carlotti con Silvio Peron e Gabriele Ferrero, occitani delle valli piemontesi, nell’ambito di uno spettacolo sulle tradizioni natalizie "Novès dei 4 Vents" e poco dopo l’invito a far parte dei nuovi Mont-Joia. L’attuale formazione che ha debuttato nel gennaio scorso comprende: Jean-Mari Carlotti (voce, chitarra), Patrick Verdiè (galoubet, tambourin, ton ton, flauti, ocarina, percussioni, voce), Silvio Peron (organetti, voce), Gabriele Ferrero (violino, mandolino, voce). Il repertorio del gruppo spazia dalla rivisitazione di brani tradizionali e novès provenzali alle canzoni d’autore di Jean-Mari, tra le quali la reinterpretazione di alcuni brani da Anita Anita. Inoltre il gruppo propone un ballo in parte cantato ed incentrato sul repertorio provenzale e delle valli occitane del Piemonte.