MEDITERRANEO - SULLE TRACCE DEL SESTO CONTINENTE

È un’immagine originale ed intrigante quella del Mediterraneo come Sesto Continente; intrisa di auspici e progetti, aperta alla fantasia, non richiede troppe spiegazioni e proprio per questo ci suggestiona e affascina. L’idea era venuta al musicista turco Zulfu Livaneli e alla cantante catalana Maria del Mar Bonet, da sempre viaggiatori in questo ricchissimo spazio geografico-culturale. Noi l’abbiamo presa in prestito, senza troppi approfondimenti, per questa XVI edizione di Itinerari folk che si occupa di alcune delle tradizioni che si affacciano su questo mare.

Partiamo da Napoli, grande crocevia musicale, con l’ultimo lavoro di Carlo Faiello, "le danze di Dioniso", che prende spunto dalle radici mitologiche della Grecia antica, ma che propone idee fresche per una musica attuale che spazia e si contamina sulle tracce di questo nuovo continente mediterraneo. Con lui ci saranno anche due voci epiche come quelle di Giovanni Coffarelli e Marcello Colasurdo. Dalla Provenza arriverà Jan-Maria Carlotti, protagonista assoluto della nuova canzone occitana ma anche artista di grande sensibilità e apertura alle tradizioni del Mare Nostrum. La realtà del Maghreb sarà rappresentata dal gruppo del marocchino-berbero Nour Eddine, che ben esprime con la sua musica la dimensione poetico-mistica, la vitalità sociale, e l’affermazione dei valori di coesistenza che appartengono a questi popoli. La voce del palestinese Taher Feisal, siciliano d’adozione, è in se’ un’anelito di pace per la sua gente e si unisce idealmente a quella di Timna Brauer, di origini ebraiche, che proporrà uno spettacolo tutto incentrato su canzoni appartenenti all’ebraismo, al cristianesimo e all’islamismo. Dalla Grecia e dalla Turchia avremo due spettacoli esclusivi: un progetto che esordisce a Trento sul rebetiko con musicisti di grande rilievo tra cui il violinista Kyriakos Gouventas e per la prima volta in Italia il fisarmonicista Muammer Ketencoglu. In collaborazione con l’iniziativa "Tornare al fiume... Adige" vengono proposti, oltre ad una perfomance di Carlotti a Romagnano (sul luogo dove l’acqua provocò nel novembre 2000 una rovinosa frana che minacciò il paese e dove sono state realizzate importanti opere di ripristino e messa in sicurezza), due concerti con i catalani El Pont d’Arcalis e con la Fanfara Tirana, accompagnata dal Coro polifonico della capitale albanese.

Tutti gli spettacoli sono ad ingresso libro ed avranno inizio alle ore 21.30.

Consulenza artistica e testi di Mauro Odorizzi.


visualizza il PROGRAMMA visualizza gli ALTRI APPUNTAMENTI


Web designed by Nicola Odorizzi
Pagina aggiornata al mese di luglio 2003.