FANFARA TIRANA E CORO POLIFONICO
con la partecipazione di HYSNI NIKO ZELA (voce) 

Mercoledì 09 luglio - piazza Duomo e Doss Trento

Voci arcaiche e ottoni d’Albania

All’interno del fenomeno delle fanfare balcaniche, l’ensemble albanese di Tirana rappresenta una novità assoluta che si distingue per vari aspetti dai gruppi slavi. L’elemento più caratteristico e distintivo è una musicalità molto più articolata e varia che arricchisce lo spettacolo. Nell’organico che comprende 11 musicisti si ricalca invece la struttura di tutte le fanfare, dove prevalgono i fiati e la ritmica è garantita da due percussioni. Tra i fiati un ruolo molto particolare e significativo è svolto dal clarinetto, che soprattutto nei repertori della musica albanese del sud è protagonista disegnando atmosfere e melodie sia malinconiche che vibranti. Originale invece è la presenza della fisarmonica che viene suonata dal direttore della Fanfara, quel Usta Berati che è considerato uno dei più importanti musicisti popolari d’Albania. Prevalgono comunque i ritmi serrati e coinvolgenti dei brani che vengono di norma eseguiti nelle feste nuziali, che devono essere in grado di portare al ballo qualunque ascoltatore. La fanfara è accompagnato anche dal Coro polifonico di Tirana che introdurrà la serata interpretando canti arcaici pastorali che vengono considerati una delle espressioni più antiche della polifonica mediterranea. Ospiti particolari due musicisti che sono già passati a Trento: il grande cantante Hysni Niko Zela e il trombettista pugliese Cesare Dell’Anna.

Ahmet Caushi (Ustad Berati): fisarmonica, basso tuba
Xhemali Murraj: tromba
Agim Sako: sax tenore
Pellumb Xhepi: flicorno baritono
Mark Luca: flicorno baritono
Arben Kasa: sax alto
Fatbardh Capi: clarinetto, sax alto
Rolan Shaqja: sax baritono
Gezim Haxhia: clarinetto
Ali Logu: daulle o tapan
Kujtim Hoxha; rullante

torna indietro