DALLE ALPI AI BALCANI

Soffia un vento da est, nella musica come nella storia d’Europa di questi anni. Dopo la tragedia, tutt’altro che conclusa, la musica può essere la via di un riscatto e del ritrovamento di un’umanità perduta ed anche l’occasione per entrare in contatto e comunicazione, ad un livello più profondo e diretto, con culture, popolazioni e tradizioni così vicine a noi e così straordinariamente lontane al tempo stesso. Pochi conoscono la ricchezza delle melodie e delle musiche da ballo istriane o slovene, la forza ipnotica delle danze di Resia o le straordinarie armonie vocali delle corali dalmate. Eppure si tratta di territori che sono sulla porta di casa nostra e con i quali avremmo molte cose da condividere. Attraverso otto serate Itinerari folk cerca anche quest’anno, e siamo alla 14^ edizione, di suscitare la curiosità di chi dall’ascolto della musica si aspetta non solo divertimento ma anche incontri, conoscenza e scoperta. Avremo come ospiti musicisti francesi, italiani, sloveni, croati, serbi, bosniaci, albanesi, ungheresi e greci in una ideale carovana che dalle Alpi scende verso i Balcani, fino al mare.

torna indietro
Programma del Festival 2001