ARCO ALPINO  
(Francia-Italia)

Domenica 1 luglio

Arco alpino come luogo geografico, ma anche allusione all’archetto dei violini che da sempre sono stati suonati sulle Alpi. Prende le mosse proprio dalle tradizioni violinistiche del Delfinato, della Savoia, del Piemonte occitano, della Val Caffaro e di Resia, questo progetto voluto da Patrick Vaillant con un occhio alla memoria, ma in una dimensione creativa e poetica. Ecco pertanto che accanto a sette violini, ci sono i plettri, il canto e una percussione a cornice che permettono di rielaborare ed arrangiare il repertorio strettamente popolare, nonché dare spazio alle nuove composizioni quasi tutte firmate dallo stesso Vaillant.

Fanno parte dell’ensemble Isabelle Barthelemy, Sergio Caputo, Michel Favre, Gabriele Ferrero, Patrick Mazellier, Olivier Richaume, Giulio Venier (violini), Bijan Chemirani (percussioni), amnu Theron (canto), Patrick Vaillant (plettri).

torna indietro