MARIO SALVI, TERRAFRANCA 
E RAFFAELE INSERRA (Italia)

salvi.jpg (129502 byte)

Domenica 9 luglio

Considerato uno dei maggiori interpreti dell’organetto in Italia, Mario Salvi, romano di nascita, ci porta ad incontrare i repertori tradizionali delle regioni del sud del nostro paese. Si occupa di musica e strumenti tradizionali dal 1977 svolgendo ricerche sul campo con particolare riferimento alle diverse forme musicali collegate alle danze popolari. Ha suonato in tutta Europa sia con gruppi che come solista, ha inciso due dischi a suo nome (l’ultimo dei quali dal titolo "Caldèra" è stato distribuito dalla rivista italiana World Music) e partecipato a numerose altre produzioni, collaborando tra l’altro nel 1996 con i Modena City Ramblers in "La grande famiglia".

Da molti anni Salvi si esibisce in duo con Raffaele Inserra, attualmente il migliore interprete dello stile tradizionale della tammorra, di cui conosce tutti i modi esecutivi che si possono riscontrare in Campania nella zona tipica della tammurriata. Inserra ha anche appreso l’arte di costruire tamburelli e tammorre, che sono richiesti ormai in tutta Italia, ma che lui produce soprattutto per le feste religiose che si svolgono nei santuari della sua regione.

Salvi presenterà anche il suo nuovo progetto musicale: Terrafranca. Una formazione a tre con Giampiero Mazzone (tamburello, chitarra e voce) e Luciano Orologi (clarinetto e sassofoni) che si muove tra brani d’autore e canti popolari del Sud, mescolando ritmi balcanici, languidi valzer e sfrenate tarantelle.

torna indietro